grow light guida all’acquisto – come scegliere la migliore luce per le tue piante

Se hai bisogno di aiuto nella scelta di una luce per crescere o semplicemente vuoi sapere quali sono le caratteristiche delle specifiche per la crescita dei , allora sei nel posto giusto.

C’è un sacco di marketing intorno a luci progressive a LED. Ma un grande marketing non fa accrescere la luce di un grande LED. La prestazione fa. Quindi, come scegli la migliore luce a LED per il tuo spazio di ?

Invece di dirti quale LED acquistare, ti offrirò le mie conoscenze e informazioni su come scegliere una luce di crescita a LED per la tua crescita. Ci sono diversi fattori da considerare e questi sono stati ristretti in sei diverse considerazioni:

  • Intensità luminosa
  • Spettro
  • Wattaggio Draw
  • Area copertura
  • Garanzia
  • Prezzo

Esaminiamo questi fattori in modo più approfondito e determinare perché questi fattori sono importanti nella scelta di un LED accendere luci.

Intensità luminosa

L’intensità della luce è una delle principali considerazioni quando si sceglie una luce per la crescita dei LED. Desiderate la giusta intensità luminosa per la fase di crescita della pianta e per le dimensioni del vostro spazio da . È possibile avere troppa luce sulle tue piante, tuttavia, la maggior parte dei coltivatori si preoccupa del contrario—non avendo abbastanza luce.

Quando si parla di intensità della luce, questo è non quanto intenso appare all’occhio umano, ma invece la quantità di fotoni che le piante possono utilizzare per la crescita e la fioritura.

Quindi, come fai a sapere quale proiettore coprirà l’area che ti serve per coprire con la giusta quantità di intensità luminosa? Ecco come:

Utilizzare l’impronta consigliata dal produttore

Questo è il modo più semplice e veloce per sapere quale luce sarà adeguata per il tuo spazio di crescita. Anche se, questo in realtà non ti dice quanta luce viene emessa dal dispositivo. Pertanto, un produttore può affermare che la sua luce copre un’area di 4 ‘x 4’, mentre un altro produttore che ha una luce simile con intensità di luce simile dirà che la sua luce copre un 4.5’ x 4.5 ‘area.

Considerare la lettura del PPF

A volte, le aree di copertura possono essere un po ‘soggettive. Pertanto, utilizzare la lettura PPF per determinare la quantità di luce emessa dal dispositivo. PPF sta per Photosynthetic Photon Flux ed è l’emissione luminosa totale della lampada in umol/s. Ciò viene misurato in una sfera integrante. In generale, se il PPF è superiore a 1100 umol / s circa, coprirà un’area di 4 ‘x 4′. Circa 1500 umol/s è il top di gamma per una luce che copre un’area di 4′ x 4’.

PPF è una misura importante perché è una misura ufficiale per l’emissione di luce e crea una base per le misurazioni dell’output luminoso tra i produttori. Tuttavia, l’intensità della luce non è l’intera storia. Se si considera solo l’intensità della luce, è simile a dire che il sole emette ‘x’ numero di fotoni. Ma quello che ci interessa davvero èquanto di quella luce colpisce la superficie della terra e come è distribuita sulla superficie? Allo stesso modo, vogliamo sapere quanta parte della luce proveniente dall’attrezzatura colpisce le nostre piante e come viene distribuita.

Consultare la tabella PAR del produttore

La consultazione del diagramma PAR dell’impianto dovrebbe essere utilizzata in concomitanza con l’esame dell’impronta di luce e della lettura di PPF raccomandate dal produttore. Una tabella PAR, o una mappa di radiazioni attive fotosintetiche, è una mappa delle letture PPFD (o letture dell’intensità luminosa, in parole per principianti) sull’impronta consigliata. PPFD è l’acronimo di Fotosynthetic Photon Flux Density.

La mappa PAR mostra quanto è intensa la luce su una determinata area e come viene distribuita tale intensità. Ogni singola fonte di luce è più intensa al centro dell’attrezzatura, meno intensa sui bordi e ancora più bassa negli angoli.

Alcune luci crescenti a LED emettono tutta la loro luce da una piccola superficie. Le loro carte PAR saranno meno uniformi con numeri più alti al centro e numeri molto bassi in altre parti della mappa. In generale, questi dispositivi sono posizionati più in alto rispetto alle piante.

Altri dispositivi hanno diversi diodi di potenza inferiore su un’ampia superficie. I loro grafici PAR saranno più uniformi. I numeri più alti saranno comunque i più alti al centro, ma non ci sarà una differenza tra le letture al centro e le letture dei bordi o degli angoli.

Il PPFD medio è una delle specifiche più importanti in quanto indica l’intensità luminosa media in base all’ingombro. A volte, questa specifica è riportata con o sul grafico PAR, ma non sempre. L’unico lato negativo della PPFD media è che non prende in considerazione l’uniformità.

Ora che hai queste letture PPFD su una mappa PAR di fronte a te, potresti chiederti quali letture sono tipiche del mio stadio di crescita per un periodo di verdure di 18 ore e un periodo di fioritura di 12 ore?

RELATED STORY
Coltivare Cannabis: Indoors Vs. Outdoors

Le piante in fase vegetativa necessitano di circa 300 PPFD – 600 PPFD. Alcune persone veg alle più alte intensità. Le piante in fase di fioritura necessitano di almeno 600 PPFD a 1000 PPFD. Si possono usare intensità più elevate quando si usa CO2. Questi numeri PPFD variano poiché dipende da quanto sia difficile spingere le tue piante.

Alcune luci di crescita a LED sono dimmerabili che consentono di regolare l’intensità della luce per le piantine e durante la verdura per aiutare a risparmiare energia.

Spettro

Lo spettro è di secondaria importanza quando si sceglie una luce di crescita a LED. Vuoi assicurarti di scegliere lo spettro corretto per le fasi di crescita e sviluppo che le tue piante attraverseranno. Alcuni coltivatori hanno bisogno solo di una luce per la verdura, altri per la fioritura, mentre la maggior parte dei coltivatori ha bisogno di un dispositivo per crescere dalla piantina al fiore.

Esistono due diversi tipi di spettri sul mercato: mirato e ampio.

mirata utilizza lunghezze d’onda specifiche di diodi che corrispondono ai picchi fotosintetici di assorbimento della clorofilla. Alcuni marchi avranno anche come target UVA, verde e rosso lontano. Questi diodi “mono” o di lunghezza d’onda a banda stretta sono stati i primi tipi di LED a colpire il mercato e molte marche utilizzano ancora questo approccio. La teoria è che queste lunghezze d’onda forniscono lo spettro ottimale per la crescita delle piante. Questo approccio è considerato fotosinteticamente efficiente.

L’altro tipo di spettro è a ampio spettro di luce bianca. Questo approccio utilizza COB bianchi o diodi bianchi di bassa potenza, talvolta potenziati con altri diodi (ad es. UV) per completare lo spettro. L’idea qui è che il diodo bianco fornisce tutte o la maggior parte delle lunghezze d’onda essenziali che le piante e per la crescita e la fioritura. Questo tipo di spettro ha più luce verde in esso, contribuito dal diodo bianco, quindi lo spettro è più naturale e le foglie della pianta appaiono normali, al contrario di rosa o viola come un approccio mirato dello spettro fornirebbe.

È facile dire che l’industria si sta orientando verso un approccio con luce bianca per alcuni motivi:

  1. I diodi a luce bianca sono molto efficienti rispetto ai diodi a lunghezza d’onda a banda stretta.
  2. Le piante sembrano più naturali alla luce bianca ed è quindi più facile diagnosticare malattie o parassiti delle piante.
  3. Lo spettro di un apparecchio a luce bianca contiene molta luce verde e PFFD in genere più elevato a causa di questo. Le piante mediche sono molto affamate e assorbono gran parte della luce verde che ricevono, contrariamente a quanto pensa la maggior parte della gente.

Lo spettro di un proiettore può essere sintonizzabile o fisso. Gli spettri fissi non cambiano. Gli apparecchi che offrono uno spettro regolabile possono essere sintonizzati tramite gli interruttori on / off di veg e bloom, attenuando i rispettivi canali veg o bloom o in remoto attraverso un controller.

In generale, maggiore luce blu è meglio per veg poiché mantiene la distanza tra gli internodi più breve che porta a piante più squallide con meno tratto. L’aumento della luce rossa è desiderato per la fase di fioritura poiché aiuta a generare i raccolti. Avere un po ‘di rosso nello spettro durante la verdura è essenziale per le piante sane e avere un po’ di blu nello spettro per i fiori aiuta a migliorare la qualità.

L’intensità della luce e il rapporto tra luce rossa e blu durante la fioritura determineranno la resa. Il blu relativamente più alto, ad esempio uno spettro di luce bianca 4000K o un rapporto 1: 1 tra il blu e il rosso, porterà a rese minori ma di qualità migliore. Mentre relativamente meno blu, ad esempio, uno spettro di luce bianca da 3000 K o un rapporto 1: 2 tra il blu e il rosso produrrà rese più elevate ma una qualità leggermente inferiore rispetto a uno spettro di 4000 K.

In breve, lo spettro migliore per la tua crescita dipende dallo stadio di crescita in cui si trovano le tue piante e da ciò che vuoi estrarne-Qualità o rendimento.

Wattaggio Draw

Il wattaggio è stato utilizzato dai coltivatori per anni per determinare il potenziale di crescita di un attrezzo. In generale, una HPS da 400W fiorirebbe un’area di 2 ‘x 2’, una HPS da 600W fiorirebbe un’area di 3 ‘x 3’ e una HPS da 1000W fiorirebbe un’area di 4 ‘x 4’.

Tuttavia, il wattaggio non si traduce esattamente in output luminoso (questo è l’errore numero uno dei coltivatori dilettanti). Tpiù un apparecchio è efficiente, più luce emetterà per watt. Ad esempio, una luce che è 2.5 umol / j con un’emissione luminosa di 500W avranno un PPF di 1250 umol / s. Ma una luce che ha un’efficacia 2.0 umol/j e consuma 600W (100W in più di watt rispetto all’esempio precedente) avrà un PPF di soli 1.140 umol/s. In questo esempio, nel secondo caso vengono utilizzati più watt, ma l’emissione di luce è inferiore. Essendo un punto, non è possibile utilizzare il wattaggio da solo per determinare l’emissione luminosa di un faro. Wattage vi darà solo un’idea generale di quanto potrebbe essere potente un apparecchio, in modo da prendere wattaggio con un granello di sale.

RELATED STORY
Coltivazione di Cannabis : sentenza storica a Trento

Nel 2018, stiamo vedendo luci che disegnano solo 480W e coprono un’area di 4 ‘x 4’. Tuttavia, altre società utilizzeranno proiettori che si avvicinano a 800W e coprono leggermente più di un’area di 4 ‘x 4’. Perché la grande discrepanza? Ciò è in parte dovuto all’efficienza. Il dispositivo di potenza più elevato avrà anche letture PPFD più grandi su tutto il footprint.

Potresti considerare un dispositivo di alimentazione inferiore se il consumo di energia è di grande importanza per te. Se non ti interessa il consumo di energia, ma desideri solo la luce migliore per i tuoi soldi, quindi scegli una luce basata su altre specifiche di prestazioni.

La potenza, l’efficacia e l’emissione luminosa sono più importanti per i coltivatori commerciali in quanto il consumo di energia inizia davvero a sommarsi, quindi vogliono la maggior quantità di luce per la minor quantità di potenza.

Inoltre, è necessario tenere conto degli apparecchi denominati, ad esempio, ‘1000W’ o ‘600W’. Questo di solito si riferisce al watt di diodi e non al reale assorbimento di potenza del dispositivo. Così, che ha proclamato 1000W apparecchio che hai trovato su Amazon o Ebay può effettivamente solo disegnare 250W.

Molti coltivatori vogliono sapere quanti watt sono necessari per ogni piede quadrato per la fioritura. Questo numero varia, ma si aggira intorno a 32 watt per piede quadrato. A volte meno (fino a 30 W), ma a volte di più (fino a 40 W). Non c’è una sola risposta, perché tutti fioriscono a intensità diverse con proiettori di diversa efficacia.

Accertarsi, a parte, che la luce sia adatta alla propria applicazione di tensione. La maggior parte dei coltivatori domestici negli Stati Uniti utilizza 120 V, ma alcuni possono utilizzare 240 V. Le piante commerciali possono utilizzare 240V o superiore. La maggior parte dei LED coltiva le luci in questi giorni hanno un driver flessibile e sono valutati per 110-277VAC.

Il takeaway qui è usare il watt come guida e determinare la potenza che l’apparecchio attirerà dal muro. Invece di usare la potenza per scegliere una luce di crescita dei LED, utilizzare le letture PPFD sulla mappa PAR, l’uniformità e l’emissione luminosa totale in umol / s, come discusso sopra.

Area di copertura

Le dimensioni degli spazi in crescita variano, quindi è importante conoscere le dimensioni esatte dello spazio in modo da poter scegliere un dispositivo che copra interamente l’area. Le aree di coltivazione di dimensioni comuni per hobbisti comprendono 4′ x 4′, 3′ x 3′ e 2′ x 2′; spazi e anche insiemi di queste dimensioni come 4′ x 8′, 8′ x 8′, 3′ x 6′, 2′ x 4′, ecc. Alcune persone crescono in un’area di 5′ x 5′, mentre altre potrebbero avere una crescita commerciale che è di diverse centinaia di metri quadrati o migliaia di metri quadrati.

La maggior parte delle grandi potenti luci coprirà un 4 ‘x 4’ per i fiori, con i più grandi che coprono circa un’area di 5 ‘x 5’. È quasi impossibile trovare luci che coprano un ingombro più grande di questo perché i bordi e gli angoli dell’impronta luminosa iniziano a diminuire di intensità. A questo punto, è meglio utilizzare diverse piccole luci per coprire un’area più ampia poiché ciò consentirà un’intensità della luce più uniforme sulla copertura.

Ad esempio, se stai crescendo in un’area di 8 ‘x 8’, è meglio utilizzare quattro luci che coprono ciascuna un’area di 4 ‘x 4’ invece di acquistare la luce più potente che puoi trovare per coprire l’impronta più ampia possibile. In aree più piccole, come un’area di 2 ‘x 4’, puoi scegliere una luce che viene pubblicizzata per coprire quell’area, o usare due luci che coprono ciascuna un’area di 2 ‘x 2’, ma non è l’ideale per usare un luce che copre, diciamo un’area 3 ‘x 3’ poiché non ti darà l’impronta più uniforme.

Alcuni dispositivi utilizzano lenti per focalizzare la luce sulle piante. Solitamente, queste luci crescono posizionate più in alto sopra le piante, a circa 18 “o più, per garantire che le piante non siano esposte a troppa luce. Le lenti permettono alla luce di rimanere in un’area concentrata (si pensi all’impronta luminosa come a un definito cerchio, quadrato o rettangolo).

Altre luci a LED crescere non utilizzano lenti in modo che la loro luce è più diffusa e diffusa. Il loro ingombro ha bordi più morbidi e meno definiti. A seconda del design della luce, sono posizionati più in alto rispetto alla calotta, o talvolta più vicini di 6 “dalla calotta. ‘Lenti’ o ‘senza lenti’ dipendono dalla tua applicazione o preferenza.

I diversi produttori hanno opinioni diverse sugli obiettivi che influenzano il modo in cui le loro luci vengono utilizzate. In generale, le lenti influenzano la vicinanza della luce alle piante e la concentrazione della luce. Una buona raccomandazione è di fare riferimento alla mappa PAR della fixture per vedere come viene distribuita la luce che esce dall’apparecchio.

Inoltre, usa queste mappe PAR per determinare cosa significa il produttore quando dicono che la loro luce copre un’area di 2 ‘x 2’ o 4 ‘x 4’, per esempio. Le loro parole sono prive di significato se non hanno i dati per dimostrarlo. Le domande da tenere a mente quando si guardano queste mappe PAR includono:

  • Quanto è intensa la luce ad una certa distanza?
  • Quanto è uniforme la luce sull’impronta consigliata?
  • I numeri sono alti (es: sopra 1000 PPFD) o sono bassi (es: sotto 300 PPFD)?
  • Queste intensità saranno sufficienti per il mio stadio di crescita?
RELATED STORY
Come usare le sostanze nutritive per la cannabis

Garanzia

Il 99% del tempo LED crescere luci funzionano senza problemi, ma a volte un driver può fallire o LED può spegnersi o una ventola può rompersi. Avere la certezza che il produttore si prenderà cura di questo per voi è molto rassicurante. Acquisto di un qualità La luce crescente del LED assicurerà che non abbiate problemi per la vita del dispositivo. Gli infissi di alta qualità sono più costosi e ottieni quello per cui paghi.

Le garanzie per la coltivazione di LED possono variare da 1 anno a 7 anni. La maggior parte delle aziende offre una garanzia di 3 anni. Tuttavia, le garanzie di 5 anni sono anche molto comuni. Potresti considerare di leggere la garanzia sul sito Web del produttore prima di acquistare una lampada da coltivazione se hai qualche dubbio. La maggior parte dei produttori invierà una parte di ricambio o una luce gratuita se ci sono problemi con il dispositivo entro il periodo di garanzia. Una volta scaduta la garanzia, in genere si è responsabili del pagamento di eventuali parti o riparazioni.

LED Grow Lights Depot

Prezzo

Il costo di una luce di crescita a LED è una grande considerazione per la maggior parte delle persone. Questo perché le luci di crescita a LED possono essere costose. Tuttavia, il costo dell’illuminazione a LED sta diminuendo e l’efficienza e l’emissione di luce stanno aumentando.

Una luce crescente può variare da meno di 87,30 € fino a oltre 1.745,96 €. Le dimensioni, l’intensità luminosa e la qualità delle parti del dispositivo tendono a determinare queste discrepanze nei prezzi.

Mentre i LED sono più costosi di una configurazione HID tradizionale, i LED stessi dureranno tra le 50.000 e le 100.000 ore. Supponendo che i diodi siano guidati da alimentatori di qualità, la tua luce di crescita a LED durerà 10 anni o più.

Per alcuni coltivatori, il costo non è un problema dal momento che vogliono solo l’apparecchio di migliore qualità per produrre maggiore resa o un prodotto di altissima qualità. Perciò, prestazione è la considerazione principale in questi casi.

Ma molti coltivatori stanno lavorando con un budget, quindi trovare il miglior LED per il loro denaro può essere una sfida con tutti i LED sul mercato.

Intensità luminosa, spettro e qualità delle parti sono le considerazioni principali quando si lavora con un budget limitato.

La prima considerazione dovrebbe essere intensità luminosa. Volete ottenere la maggior quantità di luce per i vostri soldi in modo da poter garantire che le piante ottengano abbastanza luce per produrre una buona resa. Inoltre, vuoi che l’apparecchio copra la maggior quantità di spazio all’interno del tuo spazio di coltivazione per garantire che l’intera pianta venga immersa in una luce intensa.

In secondo luogo, vuoi che l’apparecchiatura abbia il corretto spettro per il tuo stadio di crescita, se è per la crescita vegetale, vegetale o a ciclo completo.

Infine, è necessario assicurarsi che le parti sono di decente qualità. Puoi farlo scegliendo un LED che coltiva la luce da un produttore affidabile, leggendo recensioni della luce, ricevendo consigli da amici, consultando una fonte imparziale o scegliendo un dispositivo che utilizza componenti di aziende che potresti aver sentito di Cree, Samsung, Osram o Mean Well, per esempio.

Nel complesso, si vuole il miglior botto per il vostro dollaro quando si è su un bilancio. Vuoi che il dispositivo si esibisca esattamente come vogliono quelle persone con un budget meno rigido. Le prestazioni sono ciò a cui si arriva. dare la precedenzaqualità e risparmio energetico è come si misurano le prestazioni in questo settore. Se la luce si comporta secondo i vostri standard o supera le vostre aspettative, è un vincitore.

Trovare un LED di buona qualità crescere la luce non significa che sarà necessario spendere un sacco di soldi. Il più costoso LED crescere la luce non è spesso il migliore. In sintesi, scegliere la luce migliore che si può permettere.

LED Grow Lights Depot

Ora cosa?

Utilizza questi punti sopra per aiutarti a navigare nel mondo delle luci di crescita a LED e assicurarti di scegliere la migliore luce di crescita dei LED per il tuo giardino. Inoltre, utilizzare le specifiche pubblicate dal produttore per determinare come la luce LED crescere si esibirà nel vostro giardino e nel corso degli anni.

Hai ulteriori considerazioni che vorresti aggiungere nella sezione commenti? Facci sapere.

Se avete domande o avete bisogno di aiuto per selezionare la luce migliore per la vostra crescita, sentitevi liberi di inviarci una e-mail o chiamarci a info@ ledgrowlightsdepot.com /(971) 266-0352.

LED Grow Lights Depot

Sending
User Review
( votes)

This post is also available in: enEnglish (Inglese)