La cannabis può trattare l’asma

La può trattare l’asma? Lo scopriranno gli scienziati di

CIITECH, una biotecnologica anglo-israeliana che cerca di sviluppare e commercializzare prodotti terapeutici a base di cannabis, ha rivelato l’intenzione di finanziare un insieme all’Università Ebraica di Gerusalemme per trovare i modi per utilizzare la cannabis per il trattamento dell’asma.

Il progetto sarà guidato dal Prof. , pioniere nel campo della ricerca sulla cannabis, e dalla Prof.ssa Francesca Levi-Schaffer, specializzata nella ricerca sull’asma. Il progetto è stato selezionato attraverso un concorso, tra una decina di altri progetti di ricerca sulla , ha dichiarato il fondatore CIITECH, Clifton Flack.

Questo il commento di Flack:

Israele è l’epicentro della ricerca sulla cannabis e la maggior parte del lavoro proviene dall’Università Ebraica di Gerusalemme. L’asma è una condizione che mi sta a cuore perché ne soffro.

Gli scienziati dell’Università Ebraica di Gerusalemme inizieranno la ricerca per vedere se un derivato del , CBD, abbia un effetto inibitorio sulle infiammazioni allergiche delle vie aeree che causano attacchi di asma. Il CBD è l’ingrediente non psicoattivo che si trova sia nella sia nei ceppi normali di cannabis.

L’asma è una malattia infiammatoria allergica dei polmoni, comune sia nei bambini sia negli adulti. Dal 1990 al 2015, il numero dei casi di asma in tutto il mondo è raddoppiato.

Queste le parole del Prof. Mechoulam:

Sappiamo che il CBD ha proprietà antinfiammatorie e non vediamo l’ora di indagare se questo aspetto sarà efficace nel trattamento dell’asma e delle condizioni respiratorie correlate.

Il Centro multidisciplinare di ricerca sulla cannabis, recentemente istituito dall’Università Ebraica di Gerusalemme e diretto dal Dott. Joseph Tam, è uno dei più importanti istituti mondiali del settore. In Israele, le policy, l’ecosistema e il servizio sanitario così collaborativi, pongono il paese all’avanguardia sulla cannabis terapeutica. Il laboratorio della Prof.ssa Francesca Levi-Schaffer è focalizzato sulla ricerca di nuovi modi per trattare l’allergia e recentemente ha iniziato a studiare gli effetti della cannabis sulle cellule che svolgono un ruolo nelle malattie allergiche.

NOTIZIA COLLEGATA
OMS: le raccomandazioni delle modifiche alla classificazione della Cannabis

L’idea, ha concluso Flack sul TheTimesOfIsrael, è di fare ricerca e sviluppo in Israele e commercializzare i prodotti come integratori alimentari nel Regno Unito. CIITECH commissionerà l’Università Ebraica per ulteriori ricerche sul CBD.

Rate this post