Grow box Fai Da Te box Fai Da Te

Questa grow box è realizzata con  elettrotecnico!!  Tutte le pratiche descritte devono essere eseguite con la massima attenzione ed eventualmente con ausilio di un elettricista/progettista/falegname.

Il Grow box fai da te  è sicuramente una di quelle cose che ci farà risparmiare di più denaro, perché si può usare materiale reperibile in ogni posto oppure vecchi armadi non più utilizzati.

Pero se non sapete dove reperire vecchio materiale e volete andarlo a comprare vi dico che spendereste  più o meno come per un box serio e non ne vale la pena.

Descrizione del Grow Box Fai Da Te

In anzi tutto un Grow Box deve essere una camera chiusa di forma rettangolare l’altezza varia in base al tipo di  piante che avete deciso di coltivare.

La prima cosa da considerare per un grow box fai da te è che se usate lampade hps o mh che scaldano molto, devono stare ad una certa distanza dalle piante e quindi vi servirà più altezza.

In alternativa se non avete spazio oppure solo un  piccolo armadio potete usare un cool tube.

Un altra cosa da considerare è che le piante potrebbero crescere più dell’altezza della Grow Box e quindi non starebbero più a loro agio,  potete risolvere questo problema comprando dei semi di piante con un fenotipo  che non si sviluppa molto in altezza o coltivando con il metodo sea of green , scrog oppure il topping.

Ci sono molti  Grow Box in vendita fatti di telo auto riflettenti , costano dai 120€ in su e  molti degli optional che vanno aggiunti devono essere appositamente progettati e quindi costano di più, ma hanno il vantaggio di essere già pronti per il montaggio.

Mentre un grow box fai da te può essere costruito con il legno, con dei pannelli di compensato della misura che fa per voi , oppure un vecchio armadio ma vi servirà parecchio tempo per costruirlo.

Per le misure bisogna considerate che ogni pianta ha bisogno di quasi 1/4 di metro quadrato per crescere in larghezza e stare comoda, mentre l’altezza varia in base al fenotipo.

Quindi per esempio un box per due piante normali  sara di 100 x 50 x 200,   mentre un box per due piante con fenotipo basso sarà di 100 x 50 x 120

Il Grow box fai da te in legno e molto efficiente d’inverno perché trattiene il calore ma d’estate potrebbe essere un problema se non viene progettata adeguatamente l’estrazione dell’aria.

La cosa bella e che per montarlo vi bastano viti e roba da ferramenta ed attaccare tutto quello che vi serve alle pareti in più se  ci sara bisogno di una modifica basteranno oggetti comuni per eseguirla .

Oltre questo tutto quello che vi servirà sara una buona manualità nell’uso dei vari attrezzi un po di inventiva , pazienza e molto tempo libero.

Bisogna considerare anche il fatto che userete attrezzi elettrici come il seghetto alternativo che fanno molto rumore.

Come pro  l’armadio sara stealth e sopratutto vi durerà in eterno e qui parlo per gli armadi già fatti e ricoperti di bianco plastica.

Precauzioni

Studiare ogni cosa nel minimo dettaglio è obbligatorio,  ci vogliono un minimo di nozioni di elettrotecnica oppure bisogna affidarsi ad un amico elettricista e ricordarsi che ogni apparecchio elettrico  ha una massa.

La massa ( una protezione per evitare lo shock elettrico filo verde e giallo) va collegata alla massa ferrosa di ogni apparecchio !!

Staccare sempre la presa della pompa ad immersione prima di controllare l’acqua in idroponica è la regola in questo modo in caso di cortocircuiti non si rischia la pelle.

Ricordarsi di staccare tutte le prese mentre si fanno collegamenti elettrici, la 220v fa male certe volte uccide quindi attenzione!

Ogni filo deve stare ad una certa altezza da terra per evitare l’acqua in caso di fuoriuscite,  inoltre deve essere ben fissato ad una parete.

Quando si fanno dei collegamenti elettronici bisogna pensare anche al discorso delle e delle resistenze in pratica non vanno mai collegati troppi carichi su un unico filo perché potrebbe surriscaldarsi e prendere fuoco .

Un esempio potrebbe essere quello di collegare due lampade da 1000w sulla stessa presa di corrente e rischiando il surriscaldamento.

NOTIZIA COLLEGATA
LE BASI DELLA COLTIVAZIONE OUTDOOR (PARTE 2)

Mentre si fanno i collegamenti non bisogna passare troppi fili con carichi di tensione elevati nello stesso corrugato .

I materiali Per il Grow Box Fai Da Te

  • Un armadio con interno bianco di plastica della misura adatta , se non avete un armadio con le pareti bianche basterà comprare del telo riflettente bianco costo 10 euro
  • Se non avete un armadio abbastanza grande potreste usare dei pannelli di compensato, ma se li dovete comprare la spesa sarà quasi equivalente a quella di un grow box serio quindi il gioco non vale la candela.
  • Un aspiratore del’aria, il diametro di questo va in base alla larghezza della grow box di solito si va con i 12 di diametro , quando comprate questi aspiratori fate attenzione che siano poco rumorosi  costo dai 20 ai 190 euro
  • Tubi flessibili di 12 per collegare l’estrattore all’uscita esterna che può essere una cappa fumaria oppure altra uscita costo 10 euro
  • L’impianto idroponico oppure i vasi per terra solo per posizionarli e vedere le misure.
  • Un termostato con relè per l’accensione dell’estrattore da 220v meccanico,  se avete comprato un aspiratore con sonda non sara necessario altrimenti potete anche usare un timer  costo 20 euro
  • Due cavi da elettricista un o rosso ed uno blu  di due metri ciascuno: 5 euro
  • 4 unisci filo da elettricista li trovate in ferramenta a 5 euro
  • Un ventilatore girevole, in ogni caso vanno presi il più piccoli possibile 20 euro
  • La lampada hps/ o altro
  • Un filtro a carboni attivi per eliminare gli odori il diametro deve essere uguale a quello del’estrattore dell’aria.
  • viti da legno 2 euro
  • viti da legno con occhiello tagliato sono utili per tenere sospesa la roba in aria con dei fili o catene 2 euro
  • Se volte fare un impianto idroponico due ciabatte con almeno 8 prese tedesche servono per collegarci tutti i timer che in alcuni casi servono
  • Le ciabatte sul retro devono avere un foro o un metodo di fissaggio per parete cosi saranno sospese.
  • Mentre per impianti in terra ne basta una piccola.
  • Tutto quello che vi può sembrare utile per fissare ciabatte prese di corrente ventilatori ed altro come catene filo di ferro nastro adesivo da pacchi etc…

Gli attrezzi

  • Cacciaviti a croce e a taglio
  • Trapano con punta per legno di 10 mm
  • Seghetto alternativo per legno

Montaggio

Qui sotto si vede nel disegno un armadio fatto a grox box e lo schema di tutti gli apparecchi che andranno dentro, se non avete l’armadio dovrete costruire una scatola rettangolare con materiale reperibile a sarà di breve durata.

Per costruire una scatola rettangolare serviranno 6 pareti di compensato di almeno 1 cm e varie angoliere per unire il tutto, oppure usare dei listelli di legno quadrato per ogni angolo e giunzione fra due pareti, per costruire due porte ci vorranno 4 attacchi che potrete trovare in ferramenta

Il legno è molto semplice da lavorare e qualsiasi persona potrebbe costruire un armadio mettendoci  l’impegno, pero ci sono sono particolari cose come le porte e sopratutto le misure che non vengono precise con attrezzi casalinghi.

Quindi non aspettatevi un armadio perfetto a fine lavoro bisognerà mettere del silicone nero per tappare i fori altrimenti uscirà/entrerà la luce, l’umidità ecc.

grow box fai da te

Impianto Idroponico oppure Classico

sistema-idroponicoNeel’immagine abbiamo un impianto idroponico  che è costituito fondamentalmente da un vasca piena di acqua e sopra un altra vasca che contiene argilla in qui crescono le radici.

Nella vasca deve essere immersa una resistenza per acquari o altro per mantenere la ideale.

In più c’è un timer che andrà posto sulla ciabatta a cui andrà collegata la presa della pompa ad immersione .

Invece nella normale c’è un vaso pieno di terra , il sistema idroponico avrà il vantaggio che l’acqua viene erogata da un timer collegato ad una pompa ad immersione, mentre in quello per terra  andrà annaffiato a mano.

Se non si vuole annaffiare i vasi con la terra a mano basta aggiungere un contenitore per l’acqua  ed una pompa ad immersione link che collegata ad una serie di tubi con relativi gocciolatori  porterà l’acqua in giro.

Questo timer sarebbe meglio digitale cosi si può comandare in minuti,   lo stesso discorso ce anche nel sistema  idroponico solo che è già installato nel sistema vasche.

Ciabatte Della Corrente

Le Ciabatte della corrente andrebbero lasciate fuori dal box in questo modo non rischieremo di bagnarle o di urtarci contro ,  dopo andranno portati fuori dal box tutti i fili che porteranno corrente come quello del ventilatore o della pompa ad immersione.

NOTIZIA COLLEGATA
QUANTE PIANTE SI POSSONO COLTIVARE IN UN METRO QUADRATO

Per fare questo ci deve essere un foro nel box che possa far passare vari fili compresi di prese,   per fare il foro nel Grow box fai da te di legno si può usare il trapano e successivamente il seghetto alternativo.

Il foro naturalmente andrà fatto nel punto migliore per i passaggio dei fili quindi prima di fare il foro bisogna decidere la posizione di tutti gli apparecchi elettronici .

Impianto Dell’aria

Bisogna fare due fori uno in basso per l’entrata del aria fredda se volete inserire un aspiratore anche li tenete presente che ci sara altra roba come la vasca etc.. poi uno in alto per uscita dell’aria calda.

  1. Prima di fare ogni modifica  immaginate  come sarà il risultato ! se fate un foro nel punto sbagliato sara tutto da buttare! oppure bisognerà riparare.
  2. Per scegliere il diametro del foro prendete l’estrattore dell’aria  e posizionatelo nel punto dove volete fare il foro.
  3. Dopo con un pennarello fare una linea lungo tutto il contorno.
  4. Quando abbiamo il segno basta  togliere l’aspiratore ed avremo come risultato un cerchio sull’armadio
  5.  Fate un foro con il trapano sulla linea del  cerchio che abbiamo appena tracciato in un punto qualsiasi.
  6. Poi basta inserire nel foro appena fatto la punta del seghetto alternativo e seguire la linea del cerchio con precisione fino a ricavare un intaglio rotondo nel armadio.
  7. Controllare se nei fori entra l’estrattore successivamente sarà fissato con del silicone nero.

 Aggiunta Del Filtro Ai Carboni Attivi

filtri-klimaSe siete in un condominio e non volete disturbare con odori troppo forti dovrete montare  un filtro ai carboni prima dell’estrattore dell’aria quindi potete montare due occhielli dentro il tetto della grow box successivamente con del filo di ferro potete fissarci il filtro.

Chiaramente andranno prese le misure per allineare estrattore fissato alla parete della box e il filtro ai carboni.

L’estrattore  va collegato ad un termostato  che si attiva a 24°c, se avete comprato un estrattore con sonda in questo caso la imposterete a 24 gradi per la massima accensione ed eviterete di fare i cablaggi per il termostato.

Impostando tutto in questo modo se non avete sbagliato la cubatura del aspiratore,  la temperatura dentro la grow box non dovrebbe superare mai i 24 gradi.

Per fare questo passaggio bisogna capire qualcosa di elettrotecnica darò una breve spiegazione e servono quelle quattro cose che ho detto sopra

Come Collegare un Estrattore al Termostato ha 220v

  1. Scollegare tutte le prese della corrente
  2. Se l’estrattore è meccanico e quindi non ha il display digitale e la sonda si può proseguire tagliando il cavo della corrente dell’estrattore a meta con le forbici
  3. Ora abbiamo due fili uno va all’estrattore e l’altro va alla presa di corrente!
  4. Prendiamo uno di questi due fili e togliamo la prima patina di gomma bianca oppure nera con delle fobici che ricopre i due oppure tre fili
  5. la prima guaina va tolta per 5 cm di lunghezza come risultato avremo due fili di colore diverso o tre se c’è anche la massa
  6. togliete anche l’ultima patina di gomma da ognuno dei fili per 1 cm ed otterrete questo
  7. Questo è il risultatocome-estrarre-il-rame-dai-fili-elettrici
  8. Fate lo stesso lavoro con l’altro cavo
  9. Ora avrete sei fili se ce la massa che è il filo verde e giallo, anche se non è sempre presente sopratutto in elettronica di plastica !
  10. Unite i due fili della massa con 1 mammut se ci sono.
  11. Poi unite due fili  marroni con un altro mammut
  12. Vi rimangono due fili dello stesso colore liberi
  13. Prendete il filo rosso che avete comprato lungo due metri e lo unite ad uno dei fili dell’estrattore rimasti liberi
  14. poi prendete il blu che avete comprato e lo unite all’altro filo libero dei fili dell’estrattore
  15. le altre estremità del filo rosso e blu andranno collegati al termostato
  16. tutti i fili andrebbero posizionati dentro una scatola di derivazione elettrica in questo modo non potranno fare contatto con altro.
  17. Il termostato ha di solito tre entrate più la massa
  18. Collegate il filo rosso all’entrata della corrente nel termostato poi rimangono due uscite, in una andrà il filo blu
  19.               grow box fai da te      grow box fai da te
  20. Queste due uscite hanno due funzioni differenti se collegate il blu in una il termostato accenderà l’estrattore quando la temperatura è superiore a quella impostata
  21. Se lo mettete nell’altra si accenderà quando la temperatura è inferiore ,  basta fare una prova per vedere qual’è l’entrata giusta tra una prova e l’altra scollegate la corrente !
  22. A volte  l’estrattore dell’aria non è sufficiente e la temperatura sale in questi casi bisogna maggiorare l’estrattore del aria calda oppure aggiungerne uno anche nell’entrata dell’aria fredda e di solito si risolve.

    In altri casi bisogna inserire un cool tube.

    Fatto tutto questo l’aria dovrebbe essere sempre a temperatura  ideale a meno che   l’aria in entrata sia più calda di 24 gradi,  fate delle prove.

    Nel foro dell’aria fredda in basso va messa una rete o filtro per evitare che qualche insetto indesiderato entri e deponga uova o faccia danni alle piante anche se in casa di solito non si trovano molti insetti.

    Lampada

    Dopo aver collegato l’estrattore  bisogna montare la lampada :    hps , cfl  o  led .

    Ogni tipo di lampada ha un altezza e una distanza dalla pianta da rispettare .

    Le hps, mh, agro devono stare dai 40 hai 60 cm  se usate un cool tube potete stare più vicini.

    Le led  e le cfl  dai 10 hai 30 cm perché non scaldano, quindi tutte le lampade con il passare del tempo vanno sempre spostate in base alla crescita della pianta.

    Per farlo si possono usare delle clip apposta che regolano l’altezza

    Come Collegare Lampade Hps/Mh/Agro

    Queste lampade sono costituite da tre parti

    • Il riflettore
    • La lampada
    • L’alimentatore

    Per collegarle basta

      1. Aprire la scatola quadrata del riflettore ci saranno due fili ed una vite per la massa
      2. Ora prendete un filo che ne contiene tre senza presa di corrente
      3. Il verde giallo andrà unito alla vite della massa.
      4. Gli altri due unirli a caso ad i due fili che escono dalla scatola del riflettore segnatevi quale colore dei due fili si collega alla punta della lampada e quale all’esterno della lampada nel attacco del riflettore.
      5. Ora prendete l’altra estremità del filo che deve avere sempre i tre fili
      6. Li dovete collegare all’alimentatore della lampada

    grow box fai da te

    1.  
    2. per sapere dove vanno collegati basta guardare l’etichetta
    3.  
    4. Guardate quale dei due fili  ègrow box fai da te collegato al centro della lampada dalla parte del riflettore e lo collegate a (LA) che sarà segnato sul alimentatore.
    5. Poi collegate l’altro a (LR) sull’alimentatore.
    6. La massa va collegata con una vite di solito sull’alimentatore
    7. Ora si prende la spina che di solito forniscono per collegare l’alimentatore alla corrente.
    8. Spelate le tre estremità se non sono già spellate e collegate la massa alla vite sul alimentatore
    9. Poi collegate i due fili rimasti il marrone ad  (F) e l’azzurro ad (N)
    10. Provate se la lampada parte se non parte molto probabilmente avrete invertito i fili che vanno dal riflettore all’alimentatore
    11. Staccate la spina ed invertire (LR) con (LA)

    Timer e Regolazioni

    Le lampade vanno collegate ad un timer con qui imposterete la fase di accensione e spegnimento quindi la presa del alimentatore va  messa dentro un timer che starà sulla ciabatta.

    Se avete le hps   meglio far partire tutto verso le 7 / 8 di sera perché di giorno e più difficile tenere la temperatura sotto i 24 e poi staranno al fresco durante le ore di buio ed  avranno un clima mite.

    Se avete lampade cfl ho led forse e meglio la mattina verso le sette, il contrario… perché le piante hanno bisogno di un ricambio costante d’aria per la fotosintesi  e quindi senza il calore di una hps rischiereste di scendere troppo sotto temperatura la notte.

    Tutto dipende dal periodo in cui state coltivando: inverno o estate o dal posto dove risiedete: montagna o mare; bisogna fare delle prove durante il montaggio della box con termometri e lampada accesa per più di 6 ore,  regolare l’estrattore in caso non ricambi abbastanza aria e si alzi la temperatura e cosi via.

    Fate in modo che la temperatura da lampade accese  sia sempre costante a 24 c MAX 30 c e che la notte non scenda sotto i 15°, bisogna tener conto che le piante in vegetativa staranno con un ciclo di luce di 20 ore accese e 4 spente mentre nella fase di fioritura 12/12  quindi fare le delle  prove in tutti e due i casi non fa male.

    C’è da sapere che nelle ore di buio le piante non devono prendere troppa  luce diretta,   a meno che non sia la luce di una lampadina da 20w verde altrimenti si rischia di mandare in corto il metabolismo e ne risentiranno.

     

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.