Erba medica Usi terapeutici della cannabisErba medica – Usi terapeutici della

Erba medica Usi terapeutici della cannabis a cura di Associazione Cannabis Terapeutica Stampa Alternativa, 2003

Finalmente esce in Italia un libro che analizza la problematica usi medici della cannabis sotto tutti gli aspetti: da quello botanico a quello giuridico.

Un libro/strumento che prende il via dalle sempre più numerose conferme della validità della cannabis nell’alleviare i sintomi (dolore, nausea, spasticità muscolare, inappetenza, ecc.) di numerose gravi malattie, o addirittura nell’essere in alcuni casi “curativa” (effetti neuroprotettivi, immunomodulatori, antinfianmmatori, antidepressivi, ecc.).

La parte relativa alle indicazioni terapeutiche della cannabis è la chiave di volta del libro: fornisce una mole impressionante di informazioni sugli studi portati avanti all’estero, ed è corredata da una preziosa bibliografia.

Vengono raccolte e proposte anche le testimonianze di malati italiani che grazie alla cannabis riescono a trovare sollievo ai loro disturbi. Malati che rischiano il carcere semplicemente perché utilizzano un’erba da millenni considerata valido rimedio fitoterapico, ma che dal 1940 o poco più tardi viene bandita dalla Farmacopea ufficiale dei paesi occidentali.

NOTIZIA COLLEGATA
Coltivare Cannabis: Indoors Vs. Outdoors

Un muro ideologico che continua a creare inutile sofferenza e rallenta in modo inaccettabile la continuazione di studi e ricerche scientifiche sull’efficacia della cannabis.

Il libro Erba medica è curato dall’Associazione per la Cannabis Teraputica (ACT, http://medicalcannabis.it ), che dalla sua nascita si è assunta il compito di divulgare informazioni rigorose e inoppugnabili sull’argomento.

La casa editrice Stampa Alternativa è stata pioniera dell’antiproibizionismo già negli anni settanta, con libri e pamphlet sull’argomento. Il compianto , persona di grande umanità e competenza, ha scritto vari contributi dedicati alla legalizzazione della cannabis per Stampa Alternativa. A lui e a Stefano Girardi, uno dei più determinati promotori della fondazione di ACT, è dedicato il libro.

Un libro che vuole essere uno strumento di scientifica e di lotta per legalizzare l’uso terapeutico di cannabis e e uno stimolo per medici e politici affinché siano messi da parte gli annosi quanto insensati condizionamenti ideologici e si modifichino le irrazionali leggi in vigore. E che naturalmente, vuole anche essere uno strumento di supporto per i malati consapevoli dei benefici che potrebbero trarre da cannabis e .

La prefazione è stata scritta da Luciano Angelucci, professore emerito di all’Università la Sapienza di Roma.

NOTIZIA COLLEGATA
La cannabis può aiutare a regolare l’infiammazione

Il comitato scientifico dell’Associazione Cannabis Terapeutica nella stesura del libro si è avvalso di:

PARTE STORICA

Claudio Cappuccino, studioso di e delle sostanze psicoattive
Salvatore Grasso, medico cardiologo, presidente dell’Associazione per la Cannabis Terapeutica

PARTE

Gianpaolo Grassi, ricercatore presso l’Istituto Sperimentale per le Colture Industriali S.O.P. di Rovigo

PARTE CHIMICA

Vincenzo Di Marzo, ricercatore presso l’Istituto per la Chimica di Molecole di Interesse Biologico Endocannabinoid Research Group, CNR, Napoli

INDICAZIONI TERAPEUTICHE E TESTIMONIANZE

Claudio Cappuccino, studioso di storia della e delle sostanze psicoattive
Salvatore Grasso, medico cardiologo, presidente dell’Associazione per la Cannabis Terapeutica, Francesco Crestani medico, Nunzio Santalucia medico tossicologo, 
Paolo Crocchiolo medico, presidente del comitato scientifico nazionale del Forum Droghe,
Vincenzo Di Marzo ricercatore presso l’Istituto per la Chimica di Molecole di Interesse Biologico Endocannabinoid Research Group, CNR, Napoli

PANORAMICA INTERNAZIONALE

Massimiliano Verga, ricercatore in sociologia del diritto all’

PARTE GIURIDICA

Angelo Averni, avvocato

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.