Canapa - Una storia incredibile – una storia incredibile: il libro Matteo Gracis

– Una storia incredibile compie un viaggio in un mondo ai piu’ sconosciuto, attraverso aneddoti, storie e luoghi davvero originali. I luoghi della e dei miti ad essa legati.

165 pagine piu’ un folto glossario e una breve ma interessante postfazione di George Jung (il ruolo interpretato da Johnny Depp nel “Blow”), (Chinaski Edizioni) vuole far breccia nella mente di chi non riesce a vedere la canapa anche come un alimento, come una medicina, come l’elemento di un vestiario.

“La mia fortuna piu’ grande e’ stata scoprire questa incredibile Pianta, avere la curiosita’ di studiarla, di capirla e difenderla. Io credo che mi abbia salvato. Le devo tanto e spero di averle reso onore e giustizia con questo libro”

cosi’ Matteo Gracis, giornalista, fondatore e direttore editoriale di Dolce Vita, la piu’ importante rivista italiana sulla della cannabis, scrivera’ nell’ultimo capitolo, a chiudere un percorso che ha avuto inizio tanti anni fa, quando era poco piu’ che un ragazzino.

chinaski_canapa_cop-1Canapa – Una storia incredibile

Alla base del testo vi e’ l’idea di unire due storie diverse e parallele ma che hanno moltissimi punti in comune. Da un lato la storia di Matteo, che dai banchi dell’Universita’ abbandonati e’ diventato un imprenditore di successo nel settore della comunicazione, dall’altro quella di “”, come la definisce Gracis, che lentamente sta riemergendo dall’illegalita’ in cui era stata sommersa in molte parti del mondo (e almeno in versione “light” anche qui in Italia), la sua storia attraverso i secoli, attraverso il e la perseverante disinformazione.

NOTIZIA COLLEGATA
CANNABIS NON SOLO FUMO: Storia, cultura e usi di una pianta millenaria – Il punto sull'antiproibizionismo in Italia

L’autore ci accompagna cosi’ attraverso un percorso davvero incredibile: dagli usi della canapa in campo piu’ di 3mila anni prima di Cristo in Cina all’utilizzo della sua fibra nel Medioevo, fino alla emanazione di leggi a favore della sua nel XVII secolo:

“Nel 1619 venne promulgata dal governo della Virginia una legge che ordinava a tutti i possessori di terre di destinare una parte degli appezzamenti alla semina di Canapa. Misure analoghe furono intraprese negli anni seguenti anche in Massachusetts e Connecticut. Si ando’ avanti cosi’ per decenni, con tanto di ulteriori strette repressive nei periodi di maggior penuria di , come tra il 1763 e il 1767, quando in Virginia il mancato rispetto della legge sulla coltivazione della pianta divenne addirittura un reato penale passibile di arresto. Proprio cosi’, c’e’ stato un tempo in cui a rischiare il carcere per Cannabis non era chi la coltivava, bensi’ chi si rifiutava di farlo!” (dalla fine del secondo capitolo).

Fino a sprofondare nell’oscurantismo e nei procedimenti che vestiranno solo di illegalita’ una pianta millenaria. Un controsenso, se si pensa ai giorni trascorsi almeno fino a ieri, se si pensa a quanto indietro si sia andati nell’uso che riguarda questa pianta e nella pressoche’ totale mancanza di una letteratura che racconti l’immensita’ antica e moderna della canapa.

NOTIZIA COLLEGATA
Orgie dei mangiatori di hashish. Ricettario esotico e spirituale

Lo fa ora il libro di Matteo Gracis che, con un stile diretto e giovanile, intreccia la sua storia di crescita umana e professionale con quella della pianta piu’ controversa di tutti i tempi, ci offre un racconto avvincente e illuminante e uno dei piu’ completi sull’argomento.

Sara’ attraverso le sue pagine che si potra’ capire una volta per tutte il senso profondo di una sana informazione, conoscere una materia prima ricchissima di risorse e il suo uso, dal settore industriale a quello terapeutico a quello alimentare. Gli utilizzi della canapa sono davvero sorprendenti, andiamo oltre il semplice sentito dire.

Canapa Una storia incredibile e’ uscito il 17 aprile e disponibile in tutte le librerie e nei migliori growshop d’Italia.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.